Seleziona una pagina

Lovere-Pisogne

Mezzo di trasporto: Battello

(per info e orari: www.navigazionelagoiseo.it)
Percorso in battello: 12 minuti
Percorso a piedi: 700 metri, 8 minuti.
Durata dell’itinerario: mezza giornata

Dall’imbarcadero di Pisogne attraversate la strada e la piazza principale. Svoltate in Via S. Marco e percorretela. Continuate in Via Valle Camonica e svoltate subito a destra in Via Antica Valeriana.
Percorrete la via fino in fondo. Sulla destra trovate la chiesa di S. Maria della Neve.
Qualora il portone fosse chiuso (orari di visita, tutti i giorni tranne il lunedì: 9.30-11.30 e 15-18) potete suonare al citofono sulla destra della chiesa oppure chiedere informazioni al Bar Romanino.

 

Pieve di Santa Maria della Neve

Epoca di costruzione: ultimo quarto sec. XV.

Il santuario di Santa Maria della Neve è composto da un’unica aula absidata, divisa in tre campate ad archi acuti. La facciata presenta un portalino decorato in arenaria rossa, con una statua della Madonna con Bambino nella lunetta.
All’interno della chiesa si trova un ciclo di affreschi realizzati da Girolamo Romanino, pittore bresciano molto attivo in Valle Camonica. Il progetto iconografico che Romanino ha realizzato nel 1530, occupa la volta, l’arco trasversale, le pareti laterali e la controfacciata. Romanino ha dipinto una sorta di sacra rappresentazione della Passione di Cristo, volgarmente denominata “La cappella Sistina dei poveri“.
I caratteri fiosiognomici dei soggetti ritratti attingono dalle caratteristiche fisiche degli abitanti della valle. L’accentuata demarcazione dei tratti somatici, quasi caricaturali, e la scelta di definirne i contorni con una spessa linea nera, drammatizzano ulteriormente la composizione.
La volta è decorata da 24 figure di profeti, sibille e veggenti.
A visita ultimata percorrete via Romanino scendendo verso il lago, svoltate a sinistra in via Marconi e poi a destra in Viale Rimembranze. All’altezza della stazione ferroviaria attraversate la strada e, girando a sinistra, costeggiate il lago sino a raggiungere l’imbarcadero.

Se avete ancora tempo prima del rientro a Lovere godetevi un gelato o un aperitivo all’aperto.

In alternativa potete fare una passeggiata sul bel lungolago pedonale o all’interno del centro storico.