La storia dell’Albergo Diffuso Torre Soca nasce da un sogno, mio e di mio marito Edoardo, dall’amore per il territorio in cui sono nata, di una bellezza selvaggia e silenziosa, quasi dimenticata.
La nostra struttura è gestita in famiglia, da una famiglia che vive e lavora nel centro storico di Lovere, uno dei Borghi più Belli d’Italia.
Gli ospiti dell’albergo diffuso sono i nostri vicini di casa, fanno colazione nella nostra reception. Il desiderio è quello di far vivere ai nostri ospiti l’atmosfera autentica e schietta del paese, di farli sentire “parte di noi”.
Lovere, splendida cittadina situata sulla sponda settentrionale del lago d’Iseo, si presta ad essere visitata in ogni stagione dell’anno. Il centro è ancora radicato nella sua conformazione antica fatta di vicoli stretti, irte salite e ripide discese, ricco di storia e d’opere d’arte: chiese e santuari, torri e palazzi, piazze e monumenti.
Il territorio naturale circostante è splendido e tutto da scoprire. La Valcamonica ospita il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri, Patrimonio Mondiale dell’Umanità riconosciuto dall’ UNESCO nel 1979, ma è sede anche di antiche pievi, castelli e borghi suggestivi. La montagna, a tratti incontaminata, è l’ideale per praticare sport invernali e trekking.
Il lago, con l’acqua leggermente increspata dal vento e le montagne verdi e imponenti che lo sovrastano, sembra quasi una visione. A coronare il tutto ecco ergersi Montisola, la grande isola del Sebino, una montagna in mezzo al lago, pura poesia. Talmente bella da ispirare l’artista bulgaro Christo all’installazione di The Floating Piers, i pontili galleggianti che hanno collegato l’isola con la terraferma, una delle mete mondiali imperdibili dell’estate 2016.